La collega viziosa

La collega viziosa

La collega viziosa

Sono sempre stato innamorato di mia moglie Katia, e sinceratemene tutte le nostre avventure sessuali hanno fatto si che il nostro rapporto non si tramutasse mai in noia.
Però è altrettanto vero che al mondo ci sono molte tentazioni… Una di queste ha un nome ben preciso … Roberta.
Roberta è una mia collega, mi ha sempre attirato in modo esagerato, diciamo che se smetto di avere voglie mi basta pensare a lei e mi eccito subito. Mi prende e mi molla come e quando vuole ….
In pratica facendomi sentire solo da lontano l’odore della sua fica io perdo la lucidità.
Giovedì scorso Roberta ha deciso di giocare un pochino con me…
E’ bastato un sorrisetto malizioso, un caffè offerto e io mi sono subito dimostrato disponibile…
Stasera sono sola, potresti invitarmi a cena per un po’ di tartufo …
Certo, quando?
Se riesci stasera!
Certo che ci riesco…
Chiamo Katia e gli dico: “stasera mi dispiace ho una cena con un cliente, vengo a casa, mi faccio una doccia e scappo via veloce veloce …”.
La cosa funziona.

Alle 20.00 sono sotto casa di Roberta, sale in macchina e partiamo per raggiungere il ristorante.
Lei è bellissima, mi ha sempre intrigato ogni sua piccola cosa, dalla voce, agli occhi, al seno e ai piedi
Nel tragitto inizia a dirmi che è un po’ annoiata dei soliti rapporti, vorrebbe un amante che fosse fantasioso e disponibile
Io rimango perplesso, sta andando ad una velocità inaspettata, io rimango quasi in silenzio, riesco a dire solo ah, wow, nulla più.
Ceniamo, beviamo … Il ristorante l’ha scelto lei, le regole d’ingaggio pure …
Il vino mi fa trovare un po’ di sicurezza e spavalderia, riporto il discorso sul sesso e sulla disponibilità.
Guarda che io per te sarei disposto a tutto
Aspetta, pensaci bene prima di dire qualche cosa, se ti prendo in parola poi ti metto anche alla prova…
Ma certo, Roby, sarei molto contento ad essere messo alla prova…

Finiamo la cena mezzi ubriachi, Roberta è su di giri, stasera ci sarà una bella sorpresa.
Poco distante dal ristorante c’è uno di quei Motel a ore, quelli con idromassaggi, letti king-size, piccole saune…
Ha già prenotato e organizzato tutto, non ha mai avuto nessun dubbio…
Mi piace questa cosa, mi piace sapere che sta decidendo lei.
Entriamo in camera, sembra un luogo ideale per lasciarsi andare a qualsiasi istinto…
Beviamo ancora un goccio… io sono seduto di fronte a lei, non riesco a far a meno di fissarle i piedi
Lei ovviamente è attentissima alle mie reazioni…
Si sfila la scarpa, mi dice di inginocchiarmi
Lo faccio, mi infila il piede in bocca e inizia a versarsi il vino sulla gamba, in modo che mi scenda in bocca.
Bevi e lecca, dissetati di me
Lo faccio, ho sempre immaginato quella scena dopo averla vista in un film, e mi sono sempre eccitato…
Le dico che io ho voglia di essere dissetato da lei, ho sempre sognato di bermela… e così, senza dire nulla, si alza, fa scendere via la gonna, si avvicina e togliendosi le culottes inizia lentamente a far pipì
Dissetati, dissetati di me come hai sempre sognato… E dopo dimmi che sarai il mio schiavo per sempre!
La lecco e bevo tutta la sua pipì, ho tutto il petto bagnato della sua calda pipì…
adesso fatti una doccia, pensa bene a quello che mi risponderai.
Mi lavo, mi gira quasi la testa dall’eccitazione.
Torno nella camera, lei è li con in mano due bicchieri di vino ad aspettarmi.
Allora cucciolo, te la senti di essere mio?
Certo, sono tuo…
Vieni, leccami ancora… guardami negli occhi ogni tanto e dimmi che sei pronto.
La lecco come meglio non potrei fare, Roberta ha un orgasmo dopo l’altro, ma vuole sempre di più.
La guardo negli occhi, sono tuo, gioca con me, non ho paura che tu diventi capricciosa…

Appena ho finito di sussurrarle quella frase inizia a massaggiarmi dietro!!!
Ti voglio far provare qualcosa che forse non conosci
Non mi sarei aspettato questo … ma forse lo stavo desiderando…

Girati, ho troppo voglia di leccarti…
Lo faccio, sento la sua lingua che inizia a leccarmi il buco… ho sempre pensato che sia una della cose più belle per un uomo… Ora ne ho la certezza!
Sono eccitato da morire, il cazzo mi sta gocciolando…
Roberta continua a leccarmi …

Un dito entra dentro, poi un secondo… Con l’altra mano Roberta mi masturba dolcemente il cazzo… Ha il totale controllo su di me!
Una mano impegnata a stimolarmi la prostata, l’altra mi accarezza dolcemente il cazzo, ed in tutto questo mi lecca senza sosta, facendomi sentire il calore del sui viso dove non avrei mai immaginato potesse trovarsi.
Sento che arriva un orgasmo inimmaginabile, e sento il suo viso vibrare dentro al mio culo
Appena lei se ne accorge unisce i piedi e mi dice di schizzarglieli tutti
La scena alla fine di tutto questo è colossale, ed io rimango esausto ed incredulo, a vedere il suo sorriso. Il sorriso di chi sa bene come prendere il controllo su un uomo.
Bravo cucciolo, non male per la prima volta


TELEFONO EROTICO AMATORIALE

Divertiti in totale anonimato con il nostro servizio Carta di Credito
CHIAMA 051.68.08.246 A SOLI 50 CENTESIMI AL MINUTO

Desiderio-erotico-carta-di-credito

Oppure
telefono-erotico-3

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.